Una notte sul marciapiede per un pezzo di carta – Mari IN ‘merica #6

notte

Ieri notte ho completato la prima tappa per accedere come pubblico al programma su cui faccio la tesi: Saturday Night Live, nel caso non l’abbia già ripetuto un migliaio di volte.

I biglietti per il popolarissimo programma vengono assegnati attraverso una lotteria, a cui ho partecipato ma che ovviamente non ho vinto. L’alternativa è quella di fare la fila per ottenere un stand by ticket, che è un biglietto che non garantisce l’ammissione, ma un grado di priorità (first come first served) in base alla posizione in cui si è nella fila. Nel caso non si riescano a riempire i posti assegnati con la lotteria, subentrano gli stand by tickets.

Detta così sembra una cosa totalmente lasciata al caso, ma in realtà ci sono tanti resoconti che dimostrano come ad ogni show entrino come minimo una quarantina di persone che hanno fatto la fila. Ad esempio, io sono il numero 22 e IN TEORIA dovrei essere tranquillo. SPERO.

Venerdì notte dal vivo.

Gli stand-by tickets sono stati distribuiti questa mattina alle 7, ma per avere maggiori possibilità di entrare allo show bisogna mettersi in fila con largo anticipo. Non troppo, che altrimenti si prende freddo inutilmente. Io, ad esempio, mi sono messo in fila alle 15 del venerdì pomeriggio e ci sono rimasto per le 16 ore successive. Oltre agli acciacchi procurati dalla sedia, non proprio comodissima, e il freddo alle ginocchia, la notte è passata tra i rumori della città e i quattro camion per la spazzatura e per i rifornimenti di Magnolia Bakery, che mi hanno fatto compagnia per un paio d’ore.

Avevo letto che era una bella occasione per fare conoscenze e dato che sono qui da solo ne avrei un po’ bisogno. Peccato, perché le vicine di fila alla mia sinistra, oltre a qualche chiacchiera ogni tanto, erano più propense a stare per cavoli loro, mentre alla mia destra c’era il nulla, o meglio, prima il marciapiede e poi, quando ci hanno spostato alle sette di sera a fianco del 30 Rockefeller Plaza, tre simpatici idranti. Ero infatti alla fine della prima sezione della fila, mentre la seconda era un po’ più avanti dietro l’angolo.

notte

Per fortuna che c’erano i camion a tenermi occupato e le persone (saranno state più di una ventina) che ti chiedevano che cosa ci facevi lì seduto nonostante il segnale gigante “Saturday Night Live”. I migliori, erano i simpaticoni che arrivavano alle due, tre e quattro di notte per posizionarsi accanto a me, pensando di ottenere il biglietto saltando metà della fila.

Infatti, alcune persone volevano saltare spudoratamente, altre non avevano visto l’altra sezione. Io dovevo prontamente reindirizzare tutti alla fine della fila e non volevo affatto deludere i page della NBC che mi avevano affidato questo arduo compito.

Qualche comfort…

Questa è stata una blessing in disguise (whoo-hoo), dato che con tutto il viavai di gente ho avuto occasione di praticare un po’ la lingua e impappinarmi per bene.

notte

Imbrogliare nella stand by line è comunque molto difficile, visto che gli addetti tengono conto di tutti i numeri e delle posizioni di ognuno e ci sono telecamere e guardie che fanno i giri ogni tanto. Anche per questo, la zona era molto sicura e non c’era il problema di addormentarsi e risvegliarsi in mutande, o di andare in bagno e non trovare più nulla al proprio ritorno.

Quindi, armato della mitica sedia pieghevole (che già dopo 7-8 ore diventa abbastanza scomoda), sacco a pelo e poncho da Guerra di Corea di mio padre, ho partecipato a questo evento sociale assieme ad altre 130 persone.

La nota più positiva, oltre alla mattina che è arrivata, è stata sicuramente la doppia zuppa inviataci direttamente dal produttore del programma e mega boss della NBC Lorne Michaels, che privilegio!

Live show e Dress Rehersal

Saturday Night Live è uno show di varietà e sketch comedy che va in onda sulla NBC dal 1975 alle 11.30 del sabato sera, dallo studio 8H del 30 Rockefeller Plaza. Lo show è un’eccezione nel panorama dell’intrattenimento televisivo, poiché viene trasmesso ogni sabato sera in diretta (live), mentre la maggior parte degli altri show è pre-registrata. Si caratterizza anche per avere un presentatore e un musicista diverso di puntata in puntata.

È quindi una cosa speciale ed è anche un prodotto molto “newyorkese”. È vissuto come evento e infatti davanti a me c’erano allineate già una cinquantina di persone. Comunque, non ho gettato la spugna: infatti, al sabato mattina, chi è in fila ha la possibilità di scegliere tra due show, ovvero le prove generali (dress rehersal) e il live show vero e proprio, quello che è trasmesso in diretta. Come ho già detto, ad ogni evento entrano minimo quaranta persone (massimo ottanta) e chi è in fila si distribuisce quasi equamente tra i due eventi.

Cosa scegliere?

Io, per la prima volta, ho scelto il live show, nonostante alcuni sketch vengano tagliati: è il programma così com’è inteso, con il brivido dell’imprevisto che non si può correggere e la tensione della diretta percepibile sul palco. Il Dress rehersal, invece, include sicuramente qualche sketch in più, però manca dell’aspetto caratterizzante del programma. Credo sia un po’ più intimo e un po’ più da “insider” dello show: per questo penso sia più adatto ad una seconda visione. Se ce la farò a vedere anche questa (iiih) vi dirò com’è.

Prima però, per quanto sia fiducioso, spero di riuscire ad entrare a quello di stasera, altrimenti qua la situazione si complica.

Informazioni Utili

Se vi interessa, per vedere SNL in studio, dovete o tentare la fortuna con la lotteria, per la quale comunque non potete scegliere le date, o affrontare la stand-by line per ottener il biglietto provvisorio.

Come aiuto, io mi sono affidato a questo sito gestito da due folli ragazze che partecipano alla fila quasi ogni fine settimana, Dove rispondono a tutte le domande utili su DOVE si tiene la fila, come attrezzarsi, quando arrivare e come comportarsi. Il loro profilo twitter, inoltre, monitora la lunghezza delle file, così da potersi regolare sul momento giusto in cui mettersi in fila.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: